ambientAMO-CLASSE 5°A SCUOLA PRIMARIA PARTECIPA A POLICULTURA 2019

AmbientAMO è il titolo della narrazione che è stata proposta dalla classe 5°A per partecipare all’edizione 2018-2019 del Concorso Policultura promosso dal Politecnico di Milano.

Gli alunni hanno partecipato con grande entusiasmo al progetto in ogni sua fase, dalla scelta alla creazione dei contenuti e al loro caricamento all’interno della piattaforma 1001 storie.

L’argomento, l’ambiente e, nello specifico l’inquinamento che attanaglia Taranto, vicina alla città di residenza (Martina Franca) degli alunni, aveva già particolarmente interessato gli alunni che hanno deciso di approfondire ulteriormente con ricerche su libri di testo, risorse multimediali e reali interviste ai protagonisti (come ad esempio gli operai che lavorano presso li stabilimento ex Ilva, ora Arcelor Mittal). I dialoghi e i testi sono stati interamente creati dagli alunni.

L’argomento ha molto entusiasmato e nello stesso sensibilizzato gli alunni, i quali hanno creato una poesia relativa all’ambiente, un rap e un plastico relativo alla città del futuro, su come immaginano loro la città del futuro, rispettosa di tutti.

https://drive.google.com/open?id=1xy8SCXahFBjxs1FGS5V4o89XhJ4vc9k0

DA NATIVI DIGITALI…A CONSAPEVOLI DIGITALI-CLASSE 3°B SCUOLA PRIMARIA PARTECIPA A POLICULTURA 2019

Da nativi digitali a cittadini digitali è il titolo della narrazione che è stata proposta dalla classe 3°B per partecipare all’edizione 2018-2019 del Concorso Policultura promosso dal Politecnico di Milano.

Il percorso documentato ha coinvolto con entusiasmo gli alunni ed è stato fortemente voluto dalle insegnanti.

Nell’a.s. 2018-2019 la classe ha adottato la metodologia della Flipped classroom e, dato l’utilizzo quotidiano della rete, le insegnanti hanno deciso di avviare un percorso di educazione alla cittadinanza digitale, per imparare a conoscere le insidie della rete e le regole per muoversi all’interno di essa con sicurezza.

Utili sono stati i materiali presenti in Internet e, nello specifico, il percorso promosso da Ludoteca-Registro.it “Internet è un gioco” con l’app Internetopoli e il percorso proposto dal MIUR “Generazioni connesse”.

Il progetto è stato svolto in orario scolastico curricolare, nello specifico nelle ore di innovazione e tecnologia, seppur trattandosi di un lavoro interdisciplinare le attività sono state svolte indistintamente nelle ore anche di altre discipline quali Italiano, Cittadinanza e Arte&immagine.

Non ci siamo avvalsi in nessun modo di aiuti esterni e/o interni alla scuola.

I contenuti, seppur rielaborati dagli alunni, sono ritrovabili in interne, nelle pagine:

www.internetopoli.it

www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/

Immagini e video liberi da diritti d’autore:

www.pixabay.com/it/

Musiche libere da diritti d’autore:

www.incompetech.com/music/royalty-free/music.html

Il progetto, così come nel passato anno scolastico con la narrazione “Da grande voglio lavorare con le STEM!”, ha coinvolto con entusiasmo e grande partecipazione i nostri alunni in tutte le fasi, dalla scelta del tema alla sottomissione della narrazione all’interno del motore 1001 Storia. I contenuti proposti hanno documentato un percorso svolto dagli alunni con la finalità di illustrare come muoversi in Internet in modo consapevole e sicuro. Sicuramente l’utilizzo di internet per ricercare immagini, video e musiche creare i video utili alla narrazione ha permesso di far sviluppare negli alunni quelle competenze trasversali necessarie per utilizzare i dispositivi digitali con responsabilità ed efficacia.

Avendo partecipato al concorso anche nel precedente anno scolastico, noi insegnanti abbiamo notato che è molto migliorata negli alunni la padronanza dei dispositivi digitali e il loro utilizzo; inoltre, tali attività, svolte in cooperative learning, hanno permesso la partecipazione di tutti gli alunni, anche con difficoltà.

L’attività svolta, in generale, ha considerevolmente migliorato il senso di appartenenza e lo spirito di gruppo dell’intera classe.

Di seguito il link per visualizzare la narrazione digitale

https://drive.google.com/open?id=10S-_yzt9PbXqFaIMs5ZRXMxvo8Gb-Kgg

 

 

IN INVERNO SPREMI…AMO!

I bambini della sezione B della scuola dell’Infanzia dopo aver ascoltato la leggenda dell’albero dell’arancio e osservato le arance,utilizzando i cinque sensi,si sono messi all’opera!
Con spremiagrumi e tanta buona volontà hanno prodotto e degustato una deliziosa spremuta.
Infine ,i bimbi di 5 anni hanno rappresentato graficamente l’esperienza,mentre i più piccoli hanno timbrato con le arance.
Con un pieno di vitamina C ci siamo assicurati tanta energia per affrontare le nostre mattinate a scuola.

Noi vi vediamo così…premiazione della classe 3°D a Roma.

 

 

 

Il 19 dicembre gli alunni della 3^D si sono recati a Roma, presso l’Aula Magna dell’Università la Sapienza per ritirare un premio loro destinato, avendo partecipato e vinto il concorso bandito dal Ministero degli Interni in occasione degli 80 anni del Corpo dei Vigili del Fuoco.
La poesia che gli alunni hanno composto lo scorso anno è stata considerata meritevole di pubblicazione e ora spicca nel calendario 2019 dei Vigili del Fuoco, anzi, lo apre. Sulla pagina del mese di Gennaio spiccano le rime che permettono di conoscere le infinite attività svolte dai pompieri, da questi Uomini sempre presenti nei momenti di difficoltà, punto di riferimento e sicurezza per tutti i cittadini, ” …. sono degli eroi, è proprio così, lo diciamo noi!”
Alunni, genitori e le docenti Rosa Maria Messia e Loredana Convertini hanno accompagnato i piccoli vincitori a ritirare il premio, consegnato in una serata emozionante, egregiamente condotta da Geppi Cucciari.
L’essere a Roma è stata anche occasione per poter visitare la città eterna: dal Colosseo a Piazza San Pietro, dal Pantheon a Fontana di Trevi, da Piazza Navona a San Paolo fuori le mura.
Un’esperienza che rimarrà indelebile nella mente e nel cuore dei nostri piccoli alunni, ma anche dei loro genitori, delle maestre e… del sindaco Franco Ancona, che dopo essere stato in classe a complimentarsi con gli alunni, ha anche mantenuto la promessa fatta in quell’occasione e così alle 7.00 di quel 19 dicembre era presente alla fermata del pullman per augurare buon viaggio, ai giovanissimi vincitori.