IN INVERNO SPREMI…AMO!

I bambini della sezione B della scuola dell’Infanzia dopo aver ascoltato la leggenda dell’albero dell’arancio e osservato le arance,utilizzando i cinque sensi,si sono messi all’opera!
Con spremiagrumi e tanta buona volontà hanno prodotto e degustato una deliziosa spremuta.
Infine ,i bimbi di 5 anni hanno rappresentato graficamente l’esperienza,mentre i più piccoli hanno timbrato con le arance.
Con un pieno di vitamina C ci siamo assicurati tanta energia per affrontare le nostre mattinate a scuola.

RENDICONTAZIONE MODULO MATHS&DIGITAL STORYTELLING-Fondo Sociale Europeo (FSE). Obiettivo Specifico 10.2 – Miglioramento delle competenze chiave degli allievi, anche mediante il supporto dello sviluppo delle capacità di docenti, formatori e staff. 10.2.1AFSEPON-PU-2017-129 PROGETTO “CRESCERE COMPETENTI” Azione 10.2.1 Azioni specifiche per la scuola dell’infanzia ; 10.2.2A-FSEPON-PU-2017-209 PROGETTO “OBIETTIVO COMPETENZE” Azione 10.2.2. Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base.

RENDICONTAZIONE MODULO MATHS&DIGITAL STORYTELLING

LA TECNICA DEL KAMISHIBAÏ…AMARE LA LETTURA SIN DA PICCOLI!

Amicizia,uguaglianza e diversità con la tecnica del Kamishibaï e la scelta di un racconto “Diversi amici diversi” per riflettere sull’aspetto che caratterizza ogni classe: la diversità degli elementi che la compongono e la necessità di conoscersi e capirsi per poter “essere insieme” ognuno incluso e partecipe con le proprie diversità e caratteristiche personali.
Il Kamishibaï é una tecnica narrativa usata in Giappone all’inizio del XX secolo.Il termine significa “gioco teatrale in carta” e prevede una serie di tavole illustrate per poter raccontare delle storie.Le tavole illustrate sono introdotte in una struttura chiamata butaï:una sorta di sipario composto da una doppia cornice aperta su un lato per consentire il passaggio delle tavole,una finestra aperta sul retro per permettere al narratore di leggere il testo.
Il Kamishibaï unisce in un unico strumento le qualità:
del libro(la flessibilità d’utilizzo e la possibilità di adattare il ritmo di narrazione ai propri alunni);
del racconto orale(i giochi con la voce,le drammatizzazioni,gli interventi del narratore,la possibilità di introdurre della musica);
della televisione(il fascino dell’immagine incorniciata,la focalizzazione dell’attenzione).

 

LIBRIAMOCI 2018

LINK ALLA DOCUMENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ SVOLTE

https://drive.google.com/open?id=1DJoAx-Fk5qZEgvwJKaggqAD_lGAv-Vpa

LETTERA DI RINGRAZIAMENTO

Vi ringraziamo per aver aderito alla quinta edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, la campagna del Centro per il libro e la lettura nata da un Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con #ioleggoperché.

Grazie alla partecipazione delle scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero, e alla disponibilità di centinaia di volontari che si sono offerti di leggere nelle classi, la campagna quest’anno ha registrato oltre 3.000 iniziative, con il coinvolgimento di centinaia di migliaia di alunni. È un dato significativo ma non esaustivo della diffusione della campagna: di queste iniziative abbiamo tenuto traccia attraverso le registrazioni nella banca dati, ma sappiamo che ce ne sono migliaia di altre organizzate spontaneamente in tutte le regioni e che hanno raggiunto tantissimi studenti. I lettori d’eccezione, coordinati dal Centro per il libro e la lettura, sono stati oltre 360, tra scrittori, attori, giornalisti, membri di associazioni culturali, librai, bibliotecari, sindaci e assessori, privati cittadini.

Libriamoci vi dà appuntamento nell’autunno 2019 con la sesta edizione: speriamo di poter contare ancora sul vostro contributo di creatività, passione e impegno e di ampliare ulteriormente la nostra rete di scuole, partner e collaborazioni sul territorio.

La promozione della lettura continua dal 23 aprile al 31 maggio 2019 con Il Maggio dei Libri, che per il nono anno consecutivo colorerà tutte le regioni d’Italia con eventi organizzati dai soggetti più diversi, soprattutto scuole, biblioteche e librerie, in luoghi più o meno insoliti, perché la lettura è ovunque di casa.

Continuate a seguire le nostre attività sui siti Cepell.it e Libriamociascuola.it e sui rispettivi canali social: Facebook @cepell e @libriamociascuola e Twitter @Centro_libro @LibriamociAS.